Atonement (2017)

Seven-year religious rites in Guardia Sanframondi

soon the English version

Fin dove ci si può spingere nell’espiazione dei propri peccati?
Nel benventano sicuramente fino a grondare sangue dal petto.

Nel piccolo borgo del Sannio di Guardia Sanframondi, ogni sette anni, si svolgono i Riti Settennali di penitenza in onore dell’Assunta: una manifestazione unica in tutto l’Occidente che culmina con la processione dei battenti.

Non é la solita festa religiosa di paese, infatti non ci sono luminarie e bancarelle ma solo tanta religiosità e rispetto per la tradizione.

Questa usanza ha radici piuttosto antiche: pare che attorno al 1620, in seguito a una grave carestia, la popolazione di Guardia Sanframondi decise di portare in processione la statua della Madonna Assunta.

Ogni sette anni, per una settimana, che in genere coincide con i giorni successivi al Ferragosto, circa quattromila persone danno vita ai cosiddetti “misteri”, ovvero la rappresentazione delle più importanti scene dell’Antico e Nuovo Testamento e ad una serie di processioni organizzate a turno dai quattro rioni in cui si suddivide il paese.

Il momento culminante, però, si svolge la domenica, con la processione dei flagellanti e dei battenti dove in un percorso di espiazione lungo quattro chilometri, la ricerca del perdono viene raggiunta solo dopo sacrificio e dolore; chiunque può prendervi parte: dagli uomini adulti ai bambini e dal 2010, anche le donne. Tutti rigorosamente incappucciati, i penitenti si flagellano il corpo utilizzando una disciplina di ferro a tre corde (i flagellanti) o si battono il petto con una spugna di sughero tempestato di spilli (i battenti) mentre un tamburo scandisce il ritmo.

Al loro passaggio l’atmosfera è carica di tensione e la partecipazione è totale: il paese cala in un silenzio irreale e mentre l’aria si riempie dell’odore dolciastro del sangue che cola sulle vesti bianche mischiato a quello pungente del vino che viene usato per disinfettare le ferite e mantenere bagnata la spugna chiodata.

Negli ultimi anni, queste giornate hanno assunto una grande popolarità, tanto che migliaia di persone e i mass media internazionali invadono il piccolo borgo medievale, rischiando di ledere la sacralità delle funzioni religiose.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email